eventi
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

venerdì 13 settembre 2019


«Pesche e nettarine, stagione positiva in Sardegna»

Una stagione complessivamente positiva per le pesche e nettarine di Sardegna. La definiscono così Giuseppe Ecca, presidente dell’Associazione Agricoltori Villacidresi Op e Gianni Piga della società Agricola F.lli Piga. “Per le realtà strutturate, in grado di stoccare e gestire adeguatamente il prodotto non ci sono stati problemi né a livello di collocamento né di prezzi, sensibilmente superiori a quelli dell’estate 2018”, esordire Ecca.

“Nello stabilimento di Villacidro lavoriamo e commercializziamo i prodotti che ci vengono conferiti da un centinaio di aziende posizionate a poche decine di chilometri da Cagliari, in tutto circa 20mila quintali di pesche e nettarine. Serviamo il Mercato di Sestu e le principali catene della Gdo sarda; abbiamo venduto il nostro prodotto, che si connota per la territorialità, tra 1,10 e 1,30 euro il chilo, credo chiuderemo la stagione senza mai essere scesi sotto l’euro. E senza mai aver buttato niente...”. 



“La Gdo per qualcuno è un problema, ma io dico che è anche e soprattutto un’opportunità", aggiunge Ecca. "Consente di programmare le vendite e, almeno sul prodotto che ha qualità e identità, riconosce un prezzo adeguato. I problemi ci sono per chi non fa massa critica”.

In Italia molti espiantano, ma Associazione Agricoltori Villacidresi, che gestisce 500 ettari tra agrumi e pesche, sta realizzando nuovi impianti per la frutta a nocciolo: “Lo spazio c’è, la domanda nel nostro mercato di riferimento è superiore all’offerta. Abbiamo fatto un consorzio con Tirreno Fruit che vende in esclusiva a Conad, riforniamo le principali insegne dell’isola. Un’isola che risente molto dei flussi turistici: per questo - conclude Ecca - è fondamentale avere strutture idonee a conservare e gestire il prodotto assecondando i flussi irregolari di commercializzazione”.

“La campagna di commercializzazione è filata via liscia tutta l’estate - aggiunge Gianni Piga, responsabile dell’omomima azienda che produce circa 7mila quintali di drupacee e rifornisce Gdo e Mercato di Sestu - anche se a fine agosto abbiamo dovuto fare i conti con problemi qualitativi causati dalle piogge che hanno colpito, in particolare, le nettarine. Un peccato, avremmo potuto vendere di più. I prezzi medi? Mai sotto gli 80 centesimi”.  

Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: