eventi
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong Kong
4-6 Settembre 2019
SANA 
Bologna
6-9 Settembre 2019 
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

lunedì 10 giugno 2019


Carrefour, accordo coi sindacati su 580 licenziamenti

E’ stata raggiunta l’intesa nella vertenza sulla ristrutturazione della rete vendita Carrefour. I sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs hanno siglato con la direzione aziendale l’intesa sulla procedura di licenziamento collettivo avviata dal colosso della distribuzione francese. La procedura riguarda 580 addetti impiegati in 32 dei 50 ipermercati presenti in Lombardia, Veneto, Piemonte, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Marche, Lazio e Sardegna. 


La risoluzione avverrà su base volontaria, con un importante incentivo all’esodo volto a garantire il potere di acquisto ai lavoratori che potranno percepire la differenza tra l’indennità mensile di disoccupazione e la retribuzione lorda, ovvero circa 33mila euro lordi per un IV livello medio full time. A questo si aggiungerà un ulteriore incentivo pari a 8mila euro per chi formalizzerà l’uscita volontaria entro il 16 luglio 2019 e di 4mila euro per chi formalizzerà l’uscita volontaria dal 16 luglio al 15 agosto 2019. 

L’intesa prevede anche processi di ricollocazione interna nei super e negli express, oltre al sostegno alla rioccupazione con un apposito servizio di outplacement di sei mesi. Entro il 15 ottobre si svolgerà un incontro nazionale per valutare l’esito dei confronti locali e gli impatti organizzativi ed occupazionali del modello e-commerce. Il segretario nazionale della Fisascat Cisl Vincenzo Dell’Orefice commenta: “La direzione di Carrefour e i sindacati hanno condiviso una parte fondamentale del complesso processo di ristrutturazione del format ipermercati”.

Fonte: Alimentando


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: