eventi
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong Kong
4-6 Settembre 2019
SANA 
Bologna
6-9 Settembre 2019 
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

lunedì 3 giugno 2019


Bronte, il vento fa cadere i pistacchi: raccolto a rischio

Il colpo di grazie è arrivato dal vento forte. Ma qualche settimana fa anche la grandine aveva danneggiato i pistacchieti di Bronte (Catania). E così il celebre pistacchio Dop si trova decimato secondo quanto hanno riferito i produttori alle istituzioni locali: la scorsa settimana, dopo il forte vento che ha spazzato il Catanese, gli agricoltori hanno trovato i pistacchi a terra e temono una perdita sino al 70% dei frutti.

Il sindaco Graziano Calanna ha effettuato un sopralluogo nei pistacchieti ed è partita la richiesta di aiuto alla Regione. "I danni sono ingenti – afferma l’assessore alle politiche agricole del Comune di Bronte, Giuseppe Di Mulo – In alcune zone le piante hanno perso anche il 70% del frutto che gia` era stato danneggiato in occasione delle grandinate di maggio. Confidiamo che la Regione intervenga tutelando il reddito degli agricoltori cheti dedicano a una delle produzioni agricole di eccellenza della Sicilia rinomata in tutto il mondo".

Il sindaco e l’assessore hanno subito inviato una lettera al presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, all’assessore Edy Bandiera, al presidente della commissione Attivita` produttive dell’Ars Orazio Ragusa, all’Ispettorato dell’Agricoltura ed alla Condotta agraria chiedendo la dichiarazione dello stato di calamita` naturale.

A tal proposito è già stata depositata all'Ars una mozione, a firma di Gaetano Galvagno, per impegnare il governo regionale siciliano a intraprendere le pratiche declaratorie che permettano di accedere alle misure regionali e statali, supportando così i produttori agricoli danneggiati dall'ultima ondata di maltempo che ha interessato la Sicilia.

Pistacchio di Bronte Dop

La zona di produzione del Pistacchio Verde di Bronte Dop interessa i territori comunali di Bronte, Adrano e Biancavilla in provincia di Catania. Di tutto il territorio brontese (25mila ettari), sono coltivati a pistacchieti quasi quattromila ettari di terreno lavico.

La coltivazione dell’Oro Verde è molto faticosa a causa del terreno impervio e scosceso. La raccolta, eseguita rigorosamente a mano per via della natura delicata della pianta, avviene ogni 2 anni, generalmente nel periodo compreso tra il 20 agosto e il 10 ottobre. Il riposo consente agli arbusti del pistacchio di crescere traendo nutrimento dalla terra arricchita dalla cenere dell’Etna.

E in vista del prossimo raccolto si era già pensato anche al servizio sicurezza. Una notizia che aveva catturato l'attenzione della Bbc, che ha raccontato come saranno almeno sei i poliziotti al lavoro - dall'alba a mezzanotte - per vigilare sul raccolto del prezioso frutto ed evitare furti. L'emittente inglese ha intervistato l'ispettore Nicolò Morandi, che ha spiegato come probabilmente sarà utilizzato anche l'elicottero per ispezionare il territorio e difendere dai ladri l’oro verde della Sicilia.

Le precauzioni della Polizia sono necessarie - scrive l'Huffington Post - dato il prezzo elevato dei pistacchi sono molti i ladri che, durante il periodo del raccolto, cercano di portarsene un po’ a casa. Questi arrivano di notte nei terreni e cercano di portarsene a casa il più possibile. Tutto è partito da un consistente furto del 2009 (circa 300 chili di pistacchi) e da allora il sindaco di Bronte ha chiesto alle forze dell'ordine un maggiore presidio del territorio.

“I cittadini onesti sono ben contenti di questo servizio, il periodo del raccolto è un momento molto delicato per la nostra comunità - racconta alla Bbc Mario Prestianni, un coltivatore della zona- Una sera stavo chiudendo il cancello della mia proprietà, quando i Carabinieri mi fermarono urlandomi contro chi fossi e che cosa stessi facendo lì. La loro presenza mi rende più sereno - conclude il produttore - i terreni sono lontani dal centro città, e noi siamo grati alle forze dell’ordine per tutelare la nostra ricchezza”.

Copyright 2019 Italiafruit News


Maicol Mercuriali
Editor - Social Media Manager
maicol@italiafruit.net

Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: