eventi
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

venerdì 31 maggio 2019


Pure Harvest: come si coltiva il pomodoro nel deserto

La produzione di pomodoro non conosce confini, così in Abu Dhabi, nel bel mezzo del deserto, la startup Pure Harvest ha sviluppato una serra innovativa che consente ai prodotti agricoli di crescere. Senza tecnologia le condizioni pedoclimatiche della zona sarebbero proibitive per fare ortofrutta, ma con questo impianto si supera lo scoglio delle alte temperature e della scarsità di acqua.

Negli Emirati Arabi si riesce a coltivare frutta e verdura in pieno campo solo per alcuni mesi. Da giugno a ottobre fa troppo caldo. Così per rispondere alle esigenze alimentari della popolazione si fa un massiccio ricorso all'import: gli Emirati, infatti, importano più dell'80 di quello che consumano.

Per riequilibrare la bilancia commerciale del Paese, Pure Harvest ha avviato una rivoluzione nel modello produttivo, con serre ad ambiente controllato capaci di produrre frutta e verdura per tutta la durata dell'anno.


Pure Harvest Smart Farms è una startup con sede ad Abu Dhabi che, dal 2016, ha studiato una soluzione particolare per produrre ortofrutta anche nelle condizioni proibitive del deserto. Per fare ciò ha investito nella creazione di serre hi-tech a controllo climatico che sono in grado di ricreare nell'ambiente circostante le condizioni idonee alla crescita di frutta e verdura. Un avanzato controllo dell'ambiente provvede a regolare automaticamente illuminazione, temperatura e umidità facendo riferimento a dati e misurazioni svolte da diversi tipi di sensori, posti all'interno della serra in svariati punti strategici. Così l'azienda ha iniziato a produrre referenze ortofrutticole nel bel mezzo del deserto, tra cui pomodori, fragole, angurie, melanzane e peperoncini.

La tecnologia ha ancora margini di sviluppo, ma con ulteriori investimenti l'azienda si pone l'obiettivo di aiutare il Paese a ridurre la dipendenza dall'import e raggiungere una propria autosufficienza produttiva.


Copyright 2019 Italiafruit News


di Tommaso Santi

Altri articoli che potrebbero interessarti: