eventi
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

martedì 12 febbraio 2019


Le riflessioni post Fruit Logistica di Bestack

Claudio Dall'Agata, direttore di Bestack, Consorzio dei produttori di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta, torna da Fruit Logistica 2019 con diversi spunti di riflessione: di fronte a un consumatore sempre più forte e indipendente, le confezioni assumono un ruolo crescente nel sostegno ai processi di differenziazione e segmentazione del settore ortofrutticolo. In particolare c’è un ritrovato slancio in termini ambientali, oggi associato alla scelta di materiali rinnovabili e facilmente compostabili oltre che riciclabili. Così il fattore economico, il costo della confezione, è secondario, o meglio la confezione consente di posizionare il prodotto a un prezzo superiore, rendendo tanto da essere superiore al costo stesso del packaging.

"L'opinione pubblica - sottolinea Dall'Agata a Italiafruit News - è sempre più in grado di condizionare le scelte della grande distribuzione organizzata in maniera netta e chiara, come testimonia lo stop alla plastica nei prodotti a marchio Conad annunciato a Repubblica.it dal direttore generale Francesco Avanzini, proprio nei giorni di Fruit Logistica".

Il nuovo ruolo dell'imballaggio: garantire una promessa al consumatore coerente con le aspettative del momento
"La presa di posizione del consumatore moderno - prosegue Dall'Agata - mette in discussione lo storico paradigma delle confezioni e, allo stesso tempo, dà grandi opportunità a tutto il mondo della carta. L'imballaggio non va più visto in ottica di ottimizzazione dei costi e dei processi. Ha un ruolo diverso, che è quello di garantire una promessa al consumatore coerente con le aspettative del momento".

L'imballaggio brandizzato crea valore, l'esempio degli astucci finestrati
"Tra l'altro, lo studio sugli imballaggi che abbiamo presentato a Berlino con il Cso (clicca qui per consultare il nostro articolo, ndr) ha evidenziato la correlazione tra maggiore redditività alla produzione e presenza del brand. Questo significa che gli imballaggi che differenziano i prodotti, in linea con i desideri dei consumatore, sono uno strumento che eleva la competizione garantendo maggiori margini alla produzione. E' il caso, ad esempio, dei 200 grammi di pomodorini Il Viaggiator Goloso in astucci finestrati in carta riciclabili e compostabili, che contribuiscono a elevare il valore del prodotto grazie all’utilizzo di una confezione coerente con le aspettative del consumatore". 

Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: