eventi
CIBUS CONNECT
Parma
10-11 Aprile 2019
INTERPOMA CHINA
Shanghai
15-17 Aprile 2019
THINK FRESH 2019
Rimini
7 Maggio 2019
MACFRUT 2019
Rimini
8-10 Maggio 2019
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong Kong
4-6 Settembre 2019
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019

leggi tutto

venerdì 4 gennaio 2019


Riscaldo delle mele, i rischi si misurano in campo

L'azienda americana AgroFresh ha lanciato una nuova tecnologia, denominata "Predictive Screening", che consente di analizzare in campo l'espressione genetica di un frutto per prevedere particolari problematiche qualitative che possono comparire in post raccolta. Un esempio? Il riscaldo molle (soft scald) delle mele Honeycrisp

"Predictive Screening è un prodotto incredibilmente potente, di cui siamo entusiasti", sottolinea a Fresh Fruit Portal Adam Kinsey, responsabile delle soluzioni IoT (Internet of Things) per le attività globali di AgroFresh.

"Prima ancora di raccogliere un frutto e di stoccarlo, possiamo analizzare il suo genoma e vedere se esso ha una predilezione per sviluppare un disturbo che può potenzialmente cambiare il modo in cui sarà gestito".


Predictive Screening aiuta quindi sia i coltivatori sia i confezionatori a ridurre le loro perdite e ad assicurare che le produzioni siano in grado di soddisfare gli standard di qualità richiesti dai clienti.

"Oggi il nostro focus si concentra esclusivamente sulle mele, ma potete stare certi che non finisce qui. Queste innovazioni, infatti, possono essere applicate a molti altri frutti", ha concluso Kinsey. 

Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: