eventi
PMA FRESH SUMMIT
Orlando (Usa)
18-20 Ottobre 2018
INTERPOMA
Bolzano
15-17 Novembre 2018 
FRUIT ATTRACTION
Madrid (Spagna)
23-25 Ottobre 2018
EIMA INTERNATIONAL
Bologna
7-11 Novembre 2018
SPECIALE FRUTTA&VERDURA 2018
Milano
30 Novembre 2018

leggi tutto

giovedì 11 ottobre 2018


«Fuori legge il 50% degli shopper»

Metà dei sacchetti fuori norma: questo il risultato-choc di un’indagine condotta da Altroconsumo in 11 città (Bari, Bologna, Cagliari, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma e Torino) dove sono stati acquistati vari tipi di shopper in ipermercati, supermercati, mercati rionali e negozi al dettaglio (casalinghi, detersivi e cura della persona, fruttivendoli, macellerie e panetterie), per un totale di quasi 200 punti vendita e 247 sacchetti prelevati. Il 50% circa del campione non rispetta i requisiti minimi di legge: biodegradabilitàcompostabilità e impiego di almeno il 40% di materia prima rinnovabile per i "monuso" destinati a contenere e trasportare alimenti. Le borse monouso da asporto, tra l'altro, non possono essere cedute gratuitamente ai consumatori e la biodegradabilità e la compostabilità devono essere certificate da organismi accreditati.



Attenzione, però: nella grande distribuzione non sono state rilevate irregolarità, mentre nei negozi il 22% dei sacchetti è risultato “fuorilegge” e nei mercati si arriva al 70%. Nei banchi degli ambulanti oltretutto, sostiene la ricerca, il sacchetto "bio" non viene quasi mai fatto pagare, come invece prevede la legge, e di conseguenza l’articolo non compare sullo scontrino. 

Dopo il dibattito innescato dall’obbligo di pagamento degli shopper biodegradabili scattato a inizio anno, sorge dunque ora, leggendo i risultati dell’inchiesta, una questione ben più seria: le dimensioni del mercato illegale delle buste di plastica, nuova frontiera delle ecomafie. Sono infatti in sensibile crescita il numero dei sequestri di buste fuorilegge, le denunce per frode in commercio e le violazioni amministrative accertate dalla polizia.

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Gdo

Altri articoli che potrebbero interessarti: