eventi
TSW 2020
Varsavia (Polonia)
15-16 Gennaio 2020

FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

lunedì 23 aprile 2018


Nasce Wikonsumer, il «wikipedia» del cibo consapevole

"Il cibo è vita", recitava il celebre spot di Expo 2015, l'evento che ha sancito definitivamente l'importanza del consumo consapevole. Il cibo è una prerogativa essenziale per la nostra vita, ma ci racconta anche la storia di un territorio e di una biodiversità. Serve dunque consapevolezza su ciò che doniamo al nostro corpo, ma soprattutto più informazione per il consumatore e una maggiore tracciabilità per i piccoli produttori di eccellenza. Con questo intento nasce Wikonsumer.org, l'evoluzione del consumatore consapevole. Si tratta della prima guida on-line degli alimenti, nata con l'obiettivo di aiutare i consumatori moderni a scegliere in maniera consapevole e i produttori di qualità a farsi trovare.

L'idea nasce in Puglia da un gruppo di ingegneri pugliesi (marito e moglie) e da un tecnologo alimentare che dopo una lunga fase di progettazione hanno dato vita ad un vero e proprio punto di incontro tra domanda e offerta di qualità.

Spesso i consumatori hanno davvero poche informazioni per scegliere un prodotto. Le informazioni necessarie non sono riportate in etichetta e quando ci sono, sono difficili da interpretare. Dall'altro lato i piccoli produttori di eccellenza spesso non riescono a valorizzare le qualità dei loro prodotti e per farlo non sfruttano a sufficienza i canali digitali. Questi produttori non hanno i mezzi per raggiungere i grandi canali, pagare costose agenzie e conquistare fette di mercato.

L'obiettivo principale di Wikonsumer è rendere il consumatore sicuro rispetto a ciò che sta leggendo e coinvolto pienamente in quello che non è un semplice sito ma un esperimento sociale che cambia completamente l'approccio alla produzione dei contenuti attraverso la mobilitazione dell'intelligenza collettiva.

Su Wikonsumer.org i prodotti sono classificati attraverso un innovativo algoritmo in grado di valorizzare le caratteristiche più ricercate dai consumatori e quelle che ne determinano l'eccellenza. Attraverso la stretta collaborazione di una community di esperti di alimentazione e tecnologie alimentari i prodotti presenti vengono revisionati e controllati circa la veridicità delle informazioni. Lo staff ed i revisori controllano che ad ogni affermazione presente nell'articolo corrisponda una fonte scientifica ed attendibile attraverso un format collaborativo che utilizza la tecnologia wiki, permettendo agli esperti del settore e agli utenti finali di definire assieme, in maniera strutturata ed ordinata, quali sono i migliori prodotti e perché.

Esperti e consumatori collaborano alla realizzazione di articoli e classifiche, attraverso un processo chiamato peer review (revisione tra pari), ottenendo così contenuti chiari, completi e scientificamente attendibili.

I protagonisti di Wikonsumer sono i membri della community: nutrizionisti, tecnologi, ricercatori e consumatori, da tutta Italia, che mediante un innovativo sistema di gestione dei contenuti realizzano in maniera collaborativa guide alla scelta e classifiche dei prodotti in commercio - spiega Antonella Fasano, Ceo & Founder di Wikonsumer.org - I contributori sono esterni ed indipendenti e le scelte importanti vengono condivise con la community: questo rappresenta una garanzia per i consumatori.  Il lavoro dei contributori diventa patrimonio della collettività, perché è rilasciato con licenza open".  

Oggi gli esperti di Wikonsumer hanno completato le guide e le classifiche di sette categorie come l'olio evo, le farine, birra, il latte di soia, il latte di mandorla, il burro vegetale e le mandorle. Tra i progetti futuri c'è spazio per il coinvolgimento di nuovi produttori, anche quelli meno noti, ma probabilmente più meritevoli, che potranno avere la possibilità di farsi conoscere mediante scheda prodotto dettagliata e prove assaggio. In programma l'ampliamento ad altre categorie per fare in modo che tutti i consumatori possano finalmente fare una spesa sempre più consapevole.

Fonte: Ufficio stampa Wikonsumer


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: