eventi
TSW 2020
Varsavia (Polonia)
15-16 Gennaio 2020

FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

lunedì 5 marzo 2018


Crolla il Pil agricolo nel 2017: i dati

L’agricoltura è l’unico settore a fare registrare un calo del valore aggiunto (-4,4%) a causa del clima impazzito che ha avuto effetti devastanti nelle campagne con una storica siccita’ su cui si sono abbattuti violenti nubifragi a macchia di leopardo, per danni stimati nei campi superiori ai 2 miliardi di euro nel 2017. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti divulgata in occasione della diffusione dei conti trimestrali del Pil a valori concatenati. Il valore aggiunto dell’agricoltura, silvicoltura e pesca - sottolinea la Coldiretti - è sceso a 28,017 miliardi di euro il valore più basso degli ultimi cinque anni. Si tratta di un crollo – continua l'associazione - dovuto agli effetti delle condizioni climatiche sulle principali produzioni del Paese, dalla riduzione del 23% della produzione di mele all’addio ad una bottiglia di vino su quattro, anche se la qualità è risultata buona, ma anche una produzione di olio in calo dell’11% rispetto alla media produttiva dell’ultimo decennio. In questa situazione di crisi - precisa la Coldiretti – si sono inserite anche manovre speculative per sottopagare i prodotti agli agricoltori con effetti negativi sul valore aggiunto. Un rischio che riguarda anche la recente ondata di maltempo che, con neve e gelo, ha colpito duramente le produzioni orticole nazionali.

Fonte: ufficio stampa Coldiretti


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: